Occhio all'alieno

data Domenica, 15 Maggio, 2016
durata Dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30
costo Gratuito
luogo

Quali problemi derivano dall’introduzione di animali e piante provenienti da altri ecosistemi e quali comportamenti adottare. Ascolteremo racconti e vedremo strani animali, in questa giornata coordinata con l’Unione Italiana Zoo e Acquari.



Un recente documento dell’Agenzia Europea per l’Ambiente stima che oggi in Europa vi siano circa 10.000 specie aliene (animali o vegetali provenienti da altri continenti).

Se è vero che la maggioranza delle specie aliene non ha impatti drammatici sull'ambiente, si stima che il 15% di esse (le "specie aliene invasive", ciaoè IAS) possa danneggiare gli ecosistemi e le loro specie originarie, nonché l’economia e la salute della popolazione umana. Delle 680 estinzioni animali conosciute, circa il 20% sono da imputarsi alle specie aliene invasive.

Uno dei motivi della presenza di specie aliene invasive in natura è che, dopo l’acquisto di un animale domestico esotico, a volte il proprietario si rende conto di non essere più in grado di gestirlo e lo libera in natura: ciò è quanto avviene spesso per le testuggini, ad esempio. La soluzione migliore è contattare un centro di recupero, come ad esempio il centro Tartaclub Italia (www.tartaclubitalia.it) più vicino, che offre il servizio di recuperare testuggini acquatiche aliene dannose per l’ecosistema.

Attento a cosa acquisti…un alieno è per sempre!



  • Informati bene prima di scegliere un animale da compagnia: di quanto spazio necessita, cosa mangia, quanto diventerà grande, quanto vivrà?
  • Quando decidi di prenderti cura di un animale, tieni presente che è per tutta la sua vita.
  • Per il tuo giardino non scegliere piante esotiche che si possono diffondere facilmente.
  • Fai attenzione quando pulisci l’acquario: pesci, piante e acqua potrebbero essere dispersi accidentalmente in natura.
  • Non rilasciare animali o piante aliene nell’ambiente, ma portali ad un centro di recupero
  • Se vedi in natura una specie „strana“ che non ti sembra appartenere ai nostri ambienti naturali falle una foto e spediscila al Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze: occhioallalieno@gmail.com.
  • Non importare piante e animali dall’estero: spesso è illegale e può essere molto dannoso per il nostro ambiente.
  • Racconta ai tuoi amici le storie che hai imparato durante questa giornata.