Etologia

[ Blog ]

Lo strano caso dell'uccello che non cova

Gli uccelli appartenenti alla famiglia dei Megapodidi hanno adottato una particolare strategia di riproduzione che mostra una somiglianza con quella praticata da alcuni rettili. Invece di incubare le uova con il calore del proprio corpo le depongono in particolari siti di deposizione (spesso coloniali) dove la temperatura rimane costante. Si tratta di buche scavate sotto alla sabbia in zone soleggiate, sotto a cumuli di materiali vegetali in decomposizione e, talvolta, in prossimità di sorgenti termali. Alla schiusa il pulcino, che risulta già completamente piumato e autosufficiente, deve faticosamente guadagnare una via d’uscita dopo di che è completamente abbandonato a sé stesso. In questi uccelli, infatti, non si è osservato alcun tipo di cura parentale se non la difesa del sito d’incubazione da parte dei maschi.
[ Attività ]

Millepiedi, insetti & Co.

In tutta Italia, la giornata dedicata al mondo degli invertebrati. Quest’anno, l’allarme lanciato a proposito dell’apocalisse degli insetti, fa diventare questo appuntamento importante e urgente per capire se siamo ancora in tempo per fare qualcosa.
[ Attività ]

Banditi in natura

Il traffico illegale di animali o parti di animali (rinoceronte, pangolino, corallo, e tanti altri) è tra le maggiori minacce per la sopravvivenza delle specie animali. Anche gli innocui acquisti di souvenir esotici possono dar man forte a questa barbarie.
[ Blog ]

Innamorarsi di una crisalide

Il maschio della farfalla Sara (Heliconius sara) del Centro e Sud America ha un modo di riprodursi particolare. Cerca la femmina quando è ancora allo stadio di crisalide e, una volta individuata grazie al suo odore, vi si aggrappa in attesa che fuoriesca la farfalla adulta, con la quale si accoppierà. Durante l’accoppiamento, il maschio passa alla femmina una sostanza “antiafrodisiaca” che agisce come deterrente verso altri maschi, aumentando così la probabilità di essere l’unico padre. Nella foto: due maschi aggrappati a una crisalide femmina, in attesa che emerga l’adulto.
[ Attività scuola ]

Nell'altro senso

Annusare con le antenne, sentire con il corpo, parlare con le zampe, vedere con le orecchie… ma quanto è strano questo mondo? Gli animali hanno sviluppato forme differenti di comunicazione e singolari modi di percepire il mondo in cui vivono. Metteremo alla prova i nostri sensi, potenziando la nostra capacità di ascolto e di concentrazione!