farfalle

[ Blog ]

Gli occhi genitali

Alcune farfalle, come la Papilio xuthus della foto, possiedono dei fotorecettori localizzati nell’area genitale. Si tratta di strutture molto semplici, sensibili alla luce, ma che non sono in grado di percepire forme e dettagli. Sono presenti in entrambi i sessi e sembra che i maschi li utilizzino per posizionare in maniera adeguata le strutture genitali durante l’accoppiamento, mentre le femmine li usano durante la deposizione delle uova.
[ Blog ]

Annusare con le antenne

Le antenne delle farfalle hanno una funzione sensoriale e sono importanti per la percezione di odori e stimoli meccanici. Rilevano stimoli olfattivi e tattili grazie a delle piccole strutture sensoriali (sensilli) a forma di pelo, localizzate sulla loro superficie. Alcuni maschi di Saturnidi hanno antenne tanto sviluppate da riuscire a individuare una femmina a diversi chilometri di distanza.
[ Blog ]

Peli da difesa

I peli che molti bruchi esibiscono hanno una funzione per lo più difensiva. In alcuni casi sono urticanti e iniettano un veleno, in altri casi rappresentano una barriera fisica all’attacco di formiche e parassiti.
[ Blog ]

Gli occhi composti

Gli occhi degli insetti sono costituiti da una moltitudine di minuscole strutture fotosensibili, chiamate ommatidi, che captano ciascuna un’immagine parziale dell’ambiente circostante. È poi il cervello dell’insetto che elabora le informazioni ricevute dai singoli ommatidi per dare l’immagine definitiva.
[ Blog ]

Morte apparente

Se una preda ritiene di non avere via di fuga di fronte a un predatore a volte inscena la propria morte (tanatosi). Molte farfalle, ad esempio, se vengono afferrate si immobilizzano e adottano la posizione dell'insetto morto nella speranza che l'aggressore perda interesse.