Intersezioni

[ Blog ]

Vicini di Casa

Sarà qualche atavica pulsione, ma ai primi freddi sento un forte desiderio di nutrirmi di alimenti oltremodo calorici, ingrottarmi dentro casa e uscire esclusivamente per procacciarmi il cibo al supermercato. So che questa rubrica dovrebbe darvi suggerimenti per escursioni sul territorio o attività da svolgere en plen air ma, in tutta onestà, questa volta non mi sento di proporvi un'uscita al freddo e al gelo, perché, alle volte, senza dover muovere un passo fuori casa c'è chi si sposta per noi...
[ Blog ]

Foglie gialle giù

É inevitabile non associare all’autunno alcuni clichè: le castagne, le giornate uggiose (non si è mai visto scritto di bambino che non le nomini), la vendemmia, gli stormi di uccelli in migrazione, la nebbia agli irti colli… e tutte le altre immagini regalateci dal buon Giosuè.
[ Blog ]

La leggenda dei camosci del monte Coglians

Tra le tante attrazioni turistiche che il Friuli Venezia Giulia può annoverare non posso non menzionare il paesaggio montano della Carnia. All'estremità nord occidentale della regione si ergono le alte cime delle Alpi Carniche, prima tra tutte il Coglians che, con i suoi 2780 metri è il monte più alto del Friuli. Quello di cui vorrei scrivere oggi però non è né la sua evoluzione geologica né l'incredibile ricchezza di specie presenti in quest'area, ma una curiosa leggenda legata ai camosci che qui vivono.
[ Blog ]

Venzone horror story

Capita spesso che la gente che visita la Casa delle Farfalle di Bordano chieda un consiglio su dove proseguire la giornata nei paraggi e tra le varie opzioni Venzone è sempre un buon suggerimento. La strada che collega i due paesi costeggia il Tagliamento seguendo le pendici del monte San Simeone; quando l’ho percorsa la prima volta l’ho trovata al quanto piacevole e distensiva… fino a che non ho scoperto che quella strada mi stava portando dritta dritta a Piluèr!
[ Blog ]

Chiacchiere di lavatoio

Lasciata Salt, l’ultima borgata di Artegna, e proseguendo per Montenars, ci si imbatte, subito prima del ponte sul fiume Orvenco, in un lavador. Da qui parte il sentiero di cui voglio parlarvi oggi: un suggerimento da tenere nel taschino per un’escursione dell’ultimo minuto adatta alle più calde giornate d’estate (dresscode: scarpe da escursionismo e costume da bagno).